L’albero a cui tendevi la pargoletta mano, il verde melograno da’ bei vermigli fior, …

Nel seguente articolo si riassumono in forma di tabella le caratteristiche del laboratorio svolto dalla scuola secondaria dal titolo: L’albero a cui tendevi la pargoletta mano, il verde melograno da’ bei vermigli fior, …

 

Referente attività Arianna Mansi
Descrizione dell’attivitàStudio di un elemento naturale condotto da punti di vista plurimi, nella convinzione che la realtà vada sempre indagata da più visuali,contribuendo ciascuna alla costruzione di una conoscenza globale. Il melograno è l’occasione d’apprendimento proposta, quale elemento peculiare della vegetazione del giardino della nostra bella scuola. Osservazione diretta guidata (Outdoor learning) per offrire la possibilità agli alunni di una conoscenza sensoriale (visiva-olfattiva-tattile) in situ, e virtuale (con internet).Tale indagine interesserà sia aspetti storico-artistici (il melograno ha una valenza simbolico-religiosa ed è quindi stato spesso fonte d’ispirazione nell’ arte), sia scientifico-tecnica,dell’oggetto di conoscenza. Quindi si proverà a copiare dal vero quanto osservato (come i botanici), a fotografare per una documentazione di supporto al disegno, a cercare notizie e approfondimenti su origini, caratteristiche e informazioni varie che saranno poi raccolte in un documento finale di sintesi in formato digitale. A conclusione di tale prima fase, si elaboreranno degli schizzi originali che saranno il riferimento per una pittura murale da eseguirsi  su una parete prospiciente l’ubicazione reale del melograno di cui si è detto: realtà e fantasia si alternano e si completano in questo itinerario di arte, scienza e tecnica….il tutto con un pizzico di poesia.
Destinatari e numero di alunni coinvolti Alunni delle classi seconde dei corsi  D, E ed F.
Motivazione dell’attività (rilevazione dei bisogni)·         Conoscere alcune peculiarità del patrimonio naturalistico-ambientale del proprio territorio.·         Comunicare con gli elementi del codice visuale.

·         Approcciarsi alla realtà con mezzi e strumenti conoscitivi differenti.

·         Valorizzare le esperienze reali e dare giusta considerazione a quelle virtuali, distinguendo il vero dal fittizio.

L’analisi del contesto sarà effettuata in forma di conversazione guidata, attraverso domande stimolo al recupero o ricerca di conoscenze pregresse sul tema.

Fasi dell’attività (con indicazione dei tempi e degli spazi) 1.      Pianificazione dell’intervento per raccogliere idee e ipotizzare soluzioni : spazio classe – 1h.2.      Video ricerca con internet di immagini reali e artistiche sul tema: spazio classe-1h.

3.      Esperienza outdoor di osservazione dal vivo con relativa documentazione fotografica: cortile scuola-2h.

4.      Elaborazione schizzi  e organizzazione lavoro in Ppt: spazio classe, laboratorio arte e multimediale- 4h.

5.      Realizzazione pittura murale : laboratorio arte, parete esterno laboratorio- 6 h.

N.B. Gli interventi in particolare della terza e quinta fase si svolgeranno a classi aperte ovvero le classi coinvolte saranno impegnate in attività diverse e organizzate in gruppi sotto la guida delle due docenti coinvolte.

Gant degli interventi
 SONDGFMAMG
Fase 1x         
Fase 2xx        
Fase 3xx        
Fase 4 xx       
Fase 5       xx 
Competenze attivate ·         Produrre elaborati personali prendendo spunto dalla realtà o da immagini fotografiche.·         Attivarsi e collaborare per un fine comune.

·         Utilizzare le conoscenze del linguaggio visuale per produrre e rielaborare in modo creativo le immagini attraverso tecniche, materiali e strumenti diversificati.

Utilizzare le potenzialità offerte dalle Tic per informarsi e conoscere nonché produrre una sintesi multimediale del lavoro.

Scarica la nostra app ufficiale su: